I consigli vintage di The Ladybug: i miei montoni preferiti su Vintag da comprare subito!

IMG_4447

IT: Se mi avete seguito la scorsa settimana durante il mio weekend in cerca di vintage a Madrid avrete sicuramente notato lui, il mio fedele e inseparabile compagno di viaggio per tutto il weekend: il mio adorato montone vintage. Le temperature previste a Madrid erano bassissime e qualche giorno prima abbondanti fiocchi di neve avevano imbiancato questa bellissima città, per cui non ho avuto dubbi, avrei portato lui: caldo, avvolgente, morbido e assolutamente vintage! “Lui” è entrato nel mio armadio da pochissimo, appena tre settimane fa, quando me ne sono innamorata durante una svendita da I love vintage a Milano. Infatti questo è il momento perfetto dell’anno per accaparrarsene uno a prezzi stracciati visto che la maggior parte dei venditori a fine stagione offre super sconti su cappotti e pellicce! Per questo ho fatto un giro su Vintag per selezionare i pezzi migliori in vendita sull’app per tutti gli stili, per tutti i gusti e per tutte le tasche…molti a prezzi da non perdere!

Fino a qualche giorno fa ne avevo in vendita uno anch’io: un bellissimo montone lungo scamosciato anni 70, acquistato durante il Salone del Vintage a Parigi qualche anno fa, ma in questo momento è già nell’armadio di una simpaticissima vintagista che da ora in poi si occuperà di lui!

In realtà erano anni che cercavo il montone perfetto, un po’ come si cerca l’uomo ideale. Incontrati molti esemplari negli ultimi anni: chiari, scuri, più o meno vintage, lunghi, corti, in perfette condizioni o un po’ usurati, qualcuno mi ha accompagnato per un po’ mentre altri non mi hanno mai convinto ma nessuno prima da lui mi aveva davvero resa felice!

Eppure il montone è un capo imprescindibile per una vintagista: in primis è il capo più caldo in assoluto per ripararsi dal freddo, nessun cappotto o pelliccia riscaldano come un montone e durante gli inverni milanesi vi assicuro che averne uno è una salvezza (soprattutto per una siciliana freddolosa come me!); e poi niente grida “vintage” come un montone anni 70 o 80, con quelle silhouette fuori moda, maniche e spalle oversize (anni 80) o pelliccia sul collo e morbido scamosciato che segna la vita (anni 70); infine per quanto possa sembrare strano è un capo che va davvero con tutto e con ogni stile: il mio consiglio è sempre quello di acquistarlo in colori neutri tipo beige o grigio o al massimo nero in modo da poterlo adattare ad ogni outfit e di provare ad accessoriarlo in maniera diversa, dalle sneakers allo stivaletto col tacco, dal jeans all’abito in lurex o in velluto e scoprirete che il montone non è solo un capo casual. A Madrid mi sono divertita ad abbinarlo con jeans e anfibi sotto e turbanti luccicanti in lurex e maxi cerchi sopra e il risultato è stato molto apprezzato per le vie della città!

La grossa difficoltà nel trovare “quello giusto” per ognuna di noi è quella di riuscire ad identificare la forma che più si addice al nostro corpo e al nostro gusto per evitare il cosiddetto effetto “sacco di patate” se è troppo oversize o troppo lungo, rischiando di farci sembrare irrimediabilmente più basse, grasse e con spalle gigantesche! Per questo il montone è un pezzo difficilissimo e bisogna fare molti tentativi ed avere molta pazienza prima di trovare il nostro “perfect match”!

Non dimentichiamo però altri aspetti positivi di questo capo, come ad esempio il lato eco-friendly: perché comprarne uno nuovo se l’app Vintag pullula di bellissimi pezzi vintage per tutte le tasche?

Ad ogni modo mi sono concessa un giro su Vintag per selezionare per voi i miei pezzi preferiti per tutti i gusti e posso dirvi che ce ne sono di fantastici! Ecco le mie scelte:

  1. Il mio preferito – lo ammetto – è questo pezzo anni 80 color grigio fango di _prelovedvintage (attualmente anche in saldo), oversize ma non troppo, un colore fantastico e un modello classico, forse più adatto alle più alte vista la lunghezza sopra al ginocchio che non è generosa con tutte! Se però volete indossarlo con un paio di stivaletti col tacco allora nessun problema anche se non siete altissime! IMG_E4605
  2. Particolarissimo per la pelliccia a vista è questo pezzo fantastico di giusy268, un po’ più corto, sembra caldissimo e per chi se la sente di osare un po’ di più direi che è il capo perfetto (infatti io lo adoro!)                                                                              IMG_E4609
  3. Rimanendo sui toni del grigio e del nero vi segnalo anche questa chicca anni 80 di Blondiegirl con un disegno tono su tono che mi fa impazzire, così come la forma e la lunghezza appena sotto i fianchi che lo rende accessibile a tutte!  IMG_E4603
  4. Se invece preferite i toni neutri del beige taupe, un pezzo che mi piace tantissimo è questo di Zie Pulci (che conosco personalmente ed è anche una venditrice super gentile e adorabile!) molto classico ma sempre d’effetto!                                                IMG_E4607
  5. Per chi vuole concedersi il lusso del lungo io mi sono innamorata di questo pezzo caldissimo di temporarystore con ricami paisley sulla parte alta e con una forma decisamente super femminile!                                                                 IMG_E4608
  6. Invece per le amanti del montone anni 70 super avvitato e con pelliccia intorno al collo non potevo non segnalare questo di LaTouche, veramente pazzesco, vi confesso che è nei miei Preferiti da un po’!                                            IMG_E4606
  7. Per le amanti del montone/cappa svasatissimo vi segnalo anche questi due bellissimi pezzi molto particolari di Pag (il primo) e di circle (la cappa)!  IMG_E4604IMG_E4601
  8. Infine, un pezzo per i nostri uomini o per quelli che mi leggono…un classico anni 80 in pelle proposto da unconventionalist                                                      IMG_E4711

Fatemi sapere cosa ne pensate, se volete suggerirne altri o se vi sono piaciuti quelli scelti da me e magari ne avete anche acquistato uno con mia grande invidia…perché se è vero che io ho trovato il mio montone ideale è anche vero che uno non è mai abbastanza!

EN: If you followed me last week during my weekend in Madrid you probably noticed “him”, my adored vintage shearling coat that I wore during all the weekend. Temperatures in Madrid were very low and a few days before my arrival it snowed a lot, the reason why I decided to bring it with me: warm, soft and incredibly vintage! It joined my wardrobe just a few weeks ago during a flash sale at I Love Vintage in Milan. Indeed this is the perfect time of the year to get a real bargain as most of the sellers offer super reduced prices at the end of the season on shearling coats and furs. This is why I decided to have a look on Vintag to choose the best shearling coats on sale to fit every style, every body shape and every budget (many are at super bargain prices!).

Until a few days ago I also had one on sale on Vintag: a beautiful long 70s shearling coat that I bought at the Salon du Vintage in Paris a few years ago, but it is now in a vintage lover’s wardrobe who will take care of it from now on!

To be honest I have been looking for the perfect shearling coat for years, as I have been looking for the right man! I met many in the last few years: dark, pale, more or less vintage, long, short, in perfect conditions or a bit used, some of them stayed with me for a while, others never convinced me but none of them made me happy as it does!

The shearling coat is a “must have” for a vintage lover: it is the warmest coat ever as no other coat or fur can be this warm during winter times (believe me, it saved me during many Milanese winter days…and don’t forget I am Sicilian!); also nothing is more vintage than a 70s or 80s shearling coat with these old fashioned shapes, oversize shoulders and sleeves (80s) or with furred collars and fitted shapes (70s); moreover, for how strange it may seem it really goes with everything and it suits every style: in my opinion it is better to buy it in a neutral color (beige, camel, grey or black) in order to pair it almost with everything then you can have fun trying to accessorize it in different ways, from the sneakers to the heeled ankle boots, from denim to shiny or velvet dresses, you will find out that shearling coat is not only a casual piece. In Madrid I had fun pairing it with jeans and biker boots and with shiny turbans and maxi loop earrings and the results was pretty much appreciated in the streets!

The hardest part is to find the “right one” for each of us and to identify the shape that suits us better, just to avoid the “sack effect” if it is too oversize or too long with the risk of looking shorter, fatter at with big shoulders. This is the reason why the shearling coat is a very difficult piece and you need to try patiently many times before finding the perfect match!

Anyway you shouldn’t forget other positive aspects of this piece, for example it is eco-friendly when vintage so: why buying a new one if the app Vintag is full of amazing pieces for every budget?

Anyway I decided to surf the Vintag app to find for you fìmy favorite ones for every style and I can tell you that I found many great coats. Here are my favorite ones (see pictures above):

  1. Honestly my favorite one, an 80s grey coat from _prelovedvintage (currently reduced), oversize but not too much, a great color and a classic shape, maybe it suits better the tallest ones as it is knee-length which is not flattering for everyone; but you can still wear it with heeled ankle boots if you are not too tall!
  2. Very rare with extra fur, I love this coat from giusy268, a bit shorter, it looks so warm and comfy, it is perfect for those who want to dare (this is maybe the reason why I adore it!)
  3. A special one from the 80s in black proposed by Blondiegirl with a tone-on-tone pattern that I adore, as well as I adore the shape and the hips-length that makes it wearable for almost everyone!
  4. If you prefer neutral tones, here is a beige taupe one that I like a lot from Zie Pulci (I know her personally and she is also a very kind and adorable seller): a classic with a great effect!
  5. For those who want it long, I fell in love with this warm piece from temporarystore with paisley embroidery on top and a very feminine shape!
  6. For the 70s lovers a super fitted piece with fur collar from LaTouche, a real pearl, it has been in my Wishlist for a while now!
  7. For the cape lovers I found these two beautiful pieces from Pag (the first one) and circle (the cape)!
  8. Last but not least a piece for our men or for the men reading this: a classic 80s leather shearling coat proposed by unconventionalist.

Let me know what you think, if you want to suggest more or if you liked my choices, maybe you also bought one of them, for which I am pretty jealous because if it is true that I found my perfect shearling coat, it is also true that one is never enough!

Advertisements

The Ladybug e un sogno che diventa realtà: finalmente il mio negozio “Vintag”!

The Ladybug Chronicles Vintag (2)

IT: Quando da bambina mi chiedevano cosa volessi fare da grande la mia risposta era sempre la stessa: voglio vendere i vestiti della nonna. All’epoca tutti ridevano perché conoscevano bene il mio amore per l’armadio della nonna, quello vero: infilarmi tra quei vestiti e borsette, gioielli e scarpe era la mia più grande delizia. Non vedevo l’ora di crescere per poterli indossare anch’io! Ma non ne volevo dei nuovi, volevo proprio quelli della nonna! E con quelli giocavo alla negoziante, facendo finta di vendere quei pezzi a mia sorella che invece giocava il ruolo della cliente di questo personalissimo negozio!

Da adolescente poi l’espressione “vendere i vestiti della nonna” è diventata “avere un negozio di second hand”. La mia visione si era evoluta soprattutto durante i miei primi viaggi a Londra e a Parigi dove avevo scoperto che i vestiti dell’armadio della nonna si vendevano in piccoli negozi e banchi nei mercatini dell’antiquariato che chiamavano second hand a Londra o friperies a Parigi.

Quando iniziai l’università, nonostante studiassi per diventare traduttrice, il mio sogno nel cassetto prese un nuovo nome, che sentii forse per la prima volta al mercato della Montagnola a Bologna: volevo “avere un negozio di vintage” in cui vendere proprio quei pezzi con il profumo di passato che pullulavano tra i banchi della Montagnola! Nel frattempo mi sono laureata e ho iniziato a lavorare ma quel sogno è rimasto sempre lì. D’altronde ancora oggi vesto vintage, scrivo di vintage e da qualche settimana ho anche un piccolo negozio di vintage!

Ebbene sì, piano piano quel sogno che mi porto dietro da più di 20 anni inizia a diventare realtà grazie a una semplice ma geniale mobile app: Vintag (si può scaricare qui). Qualche mese fa, ho scoperto quest’app su Instagram e incuriosita ho deciso di scaricarla. Era un periodo abbastanza frenetico al lavoro e non avevo avuto il tempo di approfondire fino alle vacanze di Natale, quando ho capito che in quell’app c’era tutto quello che avevo sempre sognato: un mondo pieno di “roba della nonna” a portata di clic! Vintage, modernariato, antiquariato, collezionismo e icone da venditori provenienti da tutta Italia, insomma un piccolo paradiso per tutti gli appassionati del genere. Non mi sembrava vero! Ed era solo l’inizio. Ne ho parlato nella mia rubrica mensile sul blog di Opherty & Ciocci come la nuova frontiera dello shopping vintage online: tutto il vintage d’Italia in una semplice app! Non solo negozi di antiquariato, abbigliamento vintage e collezionisti ma anche tanti privati che vogliono vendere e comprare comodamente dal divano di casa, in metropolitana o durante la pausa pranzo in ufficio…non è fantastico?

Vintag1

Ho deciso di iniziare ad usarla e l’ho trovata incredibilmente veloce, pratica e user friendly: ci vuole meno di un minuto per pubblicare un’inserzione, il tutto in modo assolutamente semplice e intuitivo.

Inoltre ho scoperto che Vintag è anche una grande community per tutti gli appassionati del settore, per chi vende, per chi compra, per chi è follemente innamorato del vintage, per chi è alle prime armi e per chi è solo curioso, per chi ha ancora nel cuore l’armadio della nonna. La pagina Facebook e il profilo Instagram sono ricchissimi di contenuti interessanti e sono in enorme crescita. D’altronde Vintag aspira a diventare la più grande comunità vintage italiana e a breve si arricchirà anche di contenuti in inglese.

Come se non bastasse ho anche scoperto un servizio fantastico (di cui mi avvarrò anch’io a breve) di “consulenza vintage” raggiungibile via mail (consulenze@vintag.store) o tramite la community di Vintag su Facebook. In altre parole se avete dubbi sull’autenticità di un oggetto, sul periodo di appartenenza o sul suo valore di mercato basta contattare Vintag per avere un parere da un team di esperti del settore. Non so a voi ma a me capita spesso di trovare dei pezzi che non so datare o dei possibili fake per i quali devo sempre aspettare di trovare un esperto per farli valutare (anche perché l’autovalutazione con supporto online non è proprio affidabilissima!).

Tutto questo per dirvi che TheLadybugChronicles è oggi un piccolo negozietto online su Vintag! Ci sono alcuni pezzi vintage provenienti dal mio guardaroba (non da quello della nonna però!) e alcuni pezzi scovati durante i miei viaggi nei mercatini vintage di tutto il mondo. Se vi va di dare un’occhiata al mio primo negozio vintage online (sono emozionata solo a scriverle queste parole!) basta cercare TheLadybugChronicles sull’app!

Voglio sapere cosa ne pensate del mio negozietto, dell’app Vintag, della community social…sono curiosissima di sentire il vostro parere!

The Ladybug Chronicles Vintag (1)

EN: When I was a kid people used to ask me what I wanted to do when I grew up and my answer was always the same: I want to sell granny’s clothes. At the time people laughed about it because they all knew about my love for my granny’s wardrobe, the real one: my biggest joy was slipping into it, among those beautiful dresses, bags, jewels and shoes. I couldn’t wait to grow up and wear them too! But I didn’t want new clothes, I just wanted hers! With those clothes I used to play “the shop” with my sister: I sold her the beautiful pieces and she was my favorite customer!

When I was a teenager, “selling my granny’s clothes” became “have a second-hand shop”. My vision evolved especially during my very first trips to London and Paris where I realized that the same clothes of my granny’s wardrobe were sold in small shops or on antiques’ markets stalls and they were called second hand in London and friperies in Paris.

When I started university, although I was studying to become a translator, my childhood dream changed name again. Probably I heard that name for the first time at the Montagnola market in Bologna: I wanted to “have a vintage shop” where I could sell all those pieces smelling the past that I used to see in that market’s stalls. In the meanwhile I graduated and I started working but that dream is still there. After all I still dress vintage, I write about vintage and since a few weeks ago I also have a small vintage shop!

Oh yes! That 20-year old dream is slowly turning into reality thanks to a very simple but genius mobile app: Vintag (you can download here). A few months ago I discovered the app on Instagram: I was very curious and I decided to download it. It was such an hectic moment at work so I didn’t have enough time to study it until the Christmas holidays when I realized that in that app there was everything I have been dreaming of: a world full of “granny’s stuff” just a click away! Vintage, antiques, collectibles coming from Italian sellers, a real paradise for vintage lovers. I couldn’t believe it! And it was just the beginning. I mentioned it on my monthly column on Opherty & Ciocci blog as the new era of online vintage shopping: all the Italian vintage in one app! Not only antiques’ shops, vintage clothing and collectors but also many private sellers who want to buy and sell from the sofa, on the subway or during their lunch break…isn’t that great?

Vintag3

I decided to start using it and I found it incredibly quick, practical and user friendly: it takes less than a minute to publish an ad in a very simple and intuitive way.

I also found out that Vintag is a huge community for all the vintage lovers, for the sellers and buyers, for those who are deeply in love with vintage, for the beginners, for the curious, for those who have their granny’s wardrobe still in their heart. Their Facebook page and their Instagram profile are full of interesting contents and they are growing fast. After all Vintag wants to be the biggest Italian vintage community and it will add soon also contents in English.

As if this was not enough I also found out a fantastic service (that I will use soon) of “vintage consulting” that you can activate via email (consulenze@vintag.store) or via the Vintag Facebook community: if you have doubts about the authenticity of an object, about the era or the market value you can contact Vintag to receive an opinion from a team of vintage experts. It often happens to me to find objects that I am not able to date or possible fake for which I always need to wait for an expert opinion (also because I don’t trust self-evaluation with online support that much!).

So in the end TheLadybugChronicles is now a small online vintage shop on Vintag! Some pieces come from my wardrobe (not from my granny’s one though!) and some come from my travel experiences in vintage markets from all over the world. If you want to have a look at my first online vintage shop (I feel excited when I’m writing these words!) you can look for TheLadybugChronicles in the app.

I want to know what you think about my little shop, the Vintag app and the social community…I am very curious to know your opinion!